Mio limite

Ho poco nelle ceste

le ultime more

hanno lasciato il bosco

oltre il pendio.

 

Le mani hanno spine

e fanno male

succhio il dito a consolazione

il cuore è lì, il succo

 

dolce, del frutto maturo

l’ho tenuto con cura

tra i ricordi e

amato.

 

Ora ho una piantina

piccina nell’orto.

Ho messo un sostegno

cresce bene.

 

Chiara

Explore posts in the same categories: Uncategorized

2 commenti su “Mio limite”

  1. tonyM Says:

    Grazie a te. Dolce notte

  2. almerighi Says:

    il sangue come succo di cuore, originale e potente intuizione


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: