Giorni di brezza

filtrano le sere

al chiaro i pensieri.

 

Giocano i bimbi

nei cortili e le mamme

si raccontano le ore

di stanche faccende.

 

Le rondini sfilano basse

alla ricerca di cibo

e nel prato appena tagliato

il merlo saltella gioioso.

 

Odori di pane e sereno

tra il borgo, i vecchi son lì

a giocare all’ ultima mano

sigaro tra le labbra e vita.

 

Lontano i vesperi richiamano

la piccola campana al tocco

preghiera silenziosa dei viandanti.

 

In attesa di scrivere

mio cuore, ascolta,

il fiato di una tranquilla

sera di un giugno!

 

Chiara

 

Explore posts in the same categories: Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: