1955

Foto personale.

 

Tra le dita c’è una finestra

oltre al cuore c’è il cielo.

Allungo le braccia e afferro il punto

un incontro dove lo scambio sbaglia

e la percorrenza sbanda, affonda

nelle ore dimenticate, nelle sfere trasparenti

di gocce: il sangue passa tra flutti

di speranze che stringo fra i nodi

dove prima i capelli fluivano

lisci e morbidi ora son crespi

mentre il cuore sbianca.

 

Chiara

 

Explore posts in the same categories: Uncategorized

4 commenti su “”

  1. almerighi Says:

    un brano molto intenso, privo di qualsiasi senso di pietà, lo trovo feroce e la ferocia diretta verso il sè più resistente, bravissima Chiara

  2. maxilpoeta Says:

    sempre bello immergersi nell’emotività delle tue poesie, mi fa davvero piacere sapere che tutto è andato per il meglio nella tua vita. Buona giornata, grazie dei commenti anche da me (:-))


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: