LA SOLITUDINE

Foto personale. Lovere, Lago di Iseo

Incontri di luci fuori dai borghi

dove gira il tempo ed è falsa illusione

unica percentuale la pazzia

mentre tutto vola via.

Passo svelto sul cartellone

volto scavato a pietra

amore sbracciato, brivido spalmato

fard e cerone mancato

sorriso di fretta, ingombrante

consumato da una panchina.

Al parco col vecchio tranvai

su rotaie perse nei sogni

parole preziose

e ricordi ancora incollati

al cuore della solitudine

di un viale alberato.

Non dimenticare di abbracciarmi/ti.

Chiara

Explore posts in the same categories: Uncategorized

8 commenti su “LA SOLITUDINE”

  1. maxilpoeta Says:

    la solitudine, mai così sentita come in questo 2020. Ne hai fatto una poesia davvero bella, complimenti!
    Buona serata Chiara 😉


  2. complimenti, molto bella! un abbraccio!!!!

  3. almerighi Says:

    alla fine ci si ritrova “un po’ così” in quella parte di mondo che ci appartiene

  4. verdefronda Says:

    Molto bella la poesia
    Un carissimo saluto
    Giorgio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: