Ho rivisto questo giorno

Pubblicato febbraio 28, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

Foro personale

Ho rivisto questo giorno

come tanti di ieri

e sebbene non ancora passato

l’ho qui tra le mani.

Penso sempre a cambiarlo

poi i minuti e le ore

passano come nuvole a pecorelle.

La pioggia è alquanto scontata

se non hai di riserva altro.

Io mi godo il sole

lo sfoglio come un libro

con bramosia bucolica

cercando di capirne la trama.

Per ora l’orizzonte sberluscia

lo confesso a volte la cataratta

lo rende nebuloso, ma il sole

c’è ed è già alto.

Mi piace!

Chiara

Pubblicato febbraio 27, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

Foto personale.

A volte il tempo
scappa in un angolo
di indifferenza
per tornare
inesorabilmente
con prepotenza
nel silenzio di giorni
disegnati a matita.
Chiara

Chi di speranza vive.

Pubblicato febbraio 23, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

foto personale.

Sempre ci sarà la notte
ma con una luce di fondo
l’attesa sarà meno lunga.

A volte

Nella rotondità dell’insieme
il cielo unisce i punti divisivi
oscurità e terra, nuvole e infinito.

Così

L’oro turchino sarà la speranza
e avrà la forza dell’accoglienza
e il mattino, vita nuova.
Chiara

Deserto

Pubblicato febbraio 20, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

foto personale.

Quadri a vista

nel deserto delle opinioni

è qui che parte il tempo

viaggia ad unisono con me

e la libertà: camminiamo

in un unico sogno a volte

impaurito, a volte stralunato.

Non guardo attorno

l’equilibrio è fondamentale

per sorreggersi in questo

marasma di caos di idee

qui con me c’è la spiaggia

posso disegnare il mondo

prima che tutto si fonda in un unico

solitario attimo di sete.

Chiara

L’ora blu

Pubblicato febbraio 18, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

foto personale

La luce ingioiellata dalla luna
in questo crepuscolo, danza
dove le falene hanno lasciato
il ricordo di una folle estate.
Smentisce il verbo assolato
nell’ora blu del gelo inverno
scricchiola il pensiero, qui
tra l’impronta e le stalagmiti
disegni acrobatici di fantasia.
Anche lo scorrere del tempo
pare bloccato nel fiorente
gelo di immobile sentire.

Chiara

Ancora adesso quel si è una goccia di mare.

Pubblicato febbraio 14, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

Quei fili d’oro tra i capelli
come arcobaleno dopo un temporale
dove basta il brivido di una carezza
per sorvolare il mondo
dove il fiume canta
e parla di te tra i mulinelli sotto i ponti
a gridare silenziosamente
dentro il fiato di un abbraccio
e tu sei lì tra le finestre
a bere il profumo di me che aspetto
questo tempo di primavera
che nel sentiero imbiancato
si intreccia ancora coi rami
di ginestre che sventolano tra le onde
del mare che parla di noi
quel giorno di giugno
quando ci siamo detti si.
Chiara

Cirri

Pubblicato febbraio 11, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

foto personale


Il peso delle parole
viaggia con umidità
portando pioggia, troppi
cumuli stagnanti
tra le labbra e le dita
gesti frettolosi
senza anima, inevitabile
il pianto del cuore.

Chiara

Il peso silente della notte

Pubblicato febbraio 8, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

foto personale

La notte trasuda
occhi aperti
il buio si impone
tutto riempie: il silenzio
mai leggero, il rigirarsi
tra bianchi teli
muto il fiato.
Il mattino è l’insieme
di carte stese.
Chiara

Pubblicato febbraio 7, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

foto personale

Immagino finestre
senza veli
unico passaggio
il vento a sventolare
l’impronta del mio
esserci ad assorbire
ogni chiaro
tra i tempi del blu
al notturno il passo.
Chiara

Le mie certezze!

Pubblicato febbraio 4, 2021 di chiaramarinoni
Categorie: Uncategorized

Foto personale.

Cos’è la felicità?

Un campo di margherite

fatto di tanti sorrisi al cielo

dov’è calmo il mare nell’azzuro

e i piedi immersi nella morbidezza

di un bacio e tutto attorno

miele da raccontare.

È qui che abita?

Nell’interno del bosco

a sentire canti d’amore

e poterlo condividere?

Nel silenzio di un abbraccio

quando tutto sembra perso

tra i rami, e il cielo azzurro

fa spazio ai raggi del sole

e illumina l’immenso muto

che avvolge le spine

dove nasce quel fiore che da frutto?

È qui, fra le radici e la terra

nell’odore della pioggia

e sapere che poi

in fondo basta poco

per donare il sapore dell’esserci

nel vento delle stagioni

quando, d’improvviso

c’è la certezza di non essere soli.

Chiara