Stazione centrale, binario 21

museo-shoah-milano-binario-21

foto presa dal web.

 

Ferma lì, in attesa, alla stazione

ho visto un binario, morto

tanti sogni danzare 

un mi manchi, scritto 

inciso tra l’aria dei vagoni

che svaniscono dentro il ferro battuto

o semplicemente dietro uno schizzo

con tante lacrime d’angoscia

e l’indifferenza dipinta nello scorrere

di giorni che qui, non son mai andati via.

Ti vedo, ora, nel vento

su questo binario vuoto e

qui, sento l’anima vibrare.

 

Chiara

 

Per non dimenticare 27 gennaio giorno della memoria

 

 

Explore posts in the same categories: Uncategorized

6 commenti su “Stazione centrale, binario 21”

  1. maxilpoeta Says:

    hai fatto bene a dedicare una poesia a questa data. Ci sono pagine di storia che per il loro immenso dolore andrebbero ricordate non un giorno all’anno, ma tutti i giorni dell’anno.

    Abbracci di cuore Chiara.

  2. almerighi Says:

    il famoso binario 21 da cui partivano i convogli di deportati verso i lager nazisti: per non dimenticare

  3. Mr.Loto Says:

    Quella parola “Indifferenza” incisa sul muro ci ricorda cos’è che ci rende colpevoli quanto chi commette dei crimini simili…
    Spero davvero che il ricordo di ciò che è stato ci sia da ammonimento per il presente. Perché il razzismo e l’odio verso chi non appartiene alla nostra stessa cultura e l’INDIFFERENZA nei confronti delle ingiustizie che in molti subiscono sono ancora presenti e palpabili quotidianamente…
    Un saluto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: