Archivio per giugno 2020

Scrivo e la vista è buona

giugno 30, 2020

 

 

20200613_105743

Foto personale.

Questo saltellare
tra porte chiuse
e aperte
-altisonanti i vagiti-
parole scritte e viste
nel pantheon dietro casa
sotto la pergola
a filtrare acini.
Poi la vendemmia
senza uva è solo
un blaterare di sillabe
quindi, posso ritenermi fortunata
ad avere ancora
la linfa per dissetarmi
oltre il muro
lo so che è di basso rilievo
ma alto è il mio dire
e non prova ribrezzo.
Ho ancora cancelli
spalancati e strade
anche tortuose
ma la vista è buona.
Chiara

Pubblicità

Pomeridiano tempo

giugno 26, 2020

IMG-20200619-WA0013

Foro personale.

 

Nelle tempo
ci sarò sulle ali
di una foglia a volare.
A raccogliere granelli
e cartoline
ritrovando ancora tra scarpe
l’ultima spiaggia:
la salita bollente
dal mare all’ombra
di un ultimo soffio
sterzate di bruma impertinente.
Salire dall’acqua
al verde smeraldo, racchiuso
in una goccia di sole
del primo mattino
di un ricordo,
occhi agghindati
all’olio che calma
l’onda e il suo dire.

Chiara

Le nuvole camminano dentro i sogni inquieti

giugno 9, 2020

IMG-20200525-WA0000

Foto personale.

 

Pasco le idee ad edera
cadendo nel tempo
sommerso da infestanti
meglio un prato erboso
dove rifugiare la quiete
dopo il passo scrivente.
Mi si addice il foglio
colmo di parole mute
anche in giorni di ludica
“pazzia” gioire del vento.

Mani tra i capelli
occhi chiusi e narici aperte
il sole filtra e chiede
di sostare tra le membra
dedicate ai silenzi.
Che meraviglia questo
profumo di vita
che accorre anche se
tutto è un mare d’inquietudine
Chiara

La mia età

giugno 5, 2020
20200605_105856

 

 

 

 

 

 

 

 Foto personale.

La mia età

è da scoprire

nelle pieghe dei giorni

nelle nuvole che infrangono

il passaggio di avversi versi

non scritti, scuciti  e strappati

nelle tasche vuote e senza fiato.

La mia età l’ho sulle dita

a contare lacci dei non detto

trafugati nei sentieri, tra una diga

e il lago di occhi dove cercare

cose che normalmente

sono nell’ora di un mattino

di bruma, a piegare lenzuoli

chiusi di stanza in stanza

mai soli.

La mia età non ha età

che ritroverò in altre pieghe

in altri fiati, in altri sogni.

Chiara