Archivio per ottobre 2015

ottobre 31, 2015

88aa117ab50f9fe9b9e6022595386030

Che sia il tempo
a portar via sogni
o il destino
chissà? Lungo ferite
e gioie, passi svelti
o lenti cammini
giù per dirupi o
sulle cime, è vita.
Sa di sale e miele
rosa o blu cobalto
d’alba o tramonto
io appesa ad un filo
oppure dipinta
un arazzo di me.
Fili e fili di tessuto
intracciato, amato
odiato, scalfito
anche smunto, usato
restituito con lacrime
e tormenti.
Vivo e vivo
così è, tempo o destino.
Un bel arredo di me
contenta o no
viva.

Chiara

Pubblicità

Correnti

ottobre 30, 2015

immagini lago di Iseo e laghetto in Valcanale 010

Alla pari di un vento di bora

il mio io mi assale

sbotta e sbatte

le onde sul molo a fragore

di eventi, l’ira funesta

che qui è sfogo

evidente. Poi, nel tardo

meriggio, la femmina

di vento ritorna a casa

composta. Ecco, la mia

ribellione: rimanere

in volo portata dalle correnti

a sognare

ancore del mare.

Chiara

ottobre 28, 2015

Cosa c’è oltre la coltre
la tua timidezza, il tuo sorriso?
Tra la nebbia respiro
il blu del cielo
racchiuso in uno scrigno
di segreti.
Scivola via acqua cheta
scivola, tra il silenzio
e l’infinito mare
di parole confuse: di anima
ed è il tuo amore
che da frontiera alla sabbia
conta i granelli lungo
clessidre di tempo.
E sarà sera con te
luna con la luna, riflessa
a regalare piccole
bugie a fior di pelle ma
so già che mi incanterai
e sarà estasi.

Chiara

ottobre 25, 2015

Disegni sul muro

vissuti dal sole

che silenzioso

s’ intrufola

nei miei segreti.

Un bagliore, fa suo

il mio umore

allegro s’allarga

tra cuore e mente

giù per i carrugi

amorosi, di stati

d’ animo colati

d’ allegria e

dona a tutto

il mio corpo

leggerezza di nuova

vita.

Chiara

Impronte insistenti

ottobre 23, 2015

immagini lago di Iseo e laghetto in Valcanale 065

Non finisce mai questo vento
lungo le ore del giorno e notte
ho provato a stare in silenzio
lo sento venire mi spettina
i capelli, mi secca le labbra
giunge al cuore.

A volte perdono questa insistenza
altre ricordo e fuggo tra il selciato
come foglia a fare da concime a pensieri
strappati, rimestati, per nuove avventure.

Questo fiato sinuoso accarezza la fronte
giunge da amante e con aria
innocente cambia l’impronta: più forte
da perderne l’orizzonte; questa corrente
giunge con un nuovo volto da dipingere.

Chiara

ottobre 19, 2015

Vuoto a rendere

Cosa rendo?
Vuoti d’ anima o
l’ anima vuota?
Le parole vuote
i contenuti vuoti?
In quale angolo
di paradiso
rendo i miei vuoti?
Ho visto una spiaggia
di cocci di vetro
forse, lì lascerò
il mio vuoto.
Non è vetro
non inquino
non è plastica
né carta né cartone
e puro vuoto
senza più involucro
solo vuoto
La vista non mi aiuta
il cuore è a pezzi
la pelle avvizzita
non dico l’ età, altrimenti
mi rispediscono là, dove
tutto è pieno.
Posso stare qui
in ogni dove
mentre il mare
accarezza, leviga
addolcisce il mio vuoto
a rendere.

Chiara

La voce libera

ottobre 18, 2015

347

Gli avvoltoi sono assetati
non permetterò che
rubino le parole
la mia voce è libera.
Passa tra la polvere
attraverso il tempo
e il silenzio ne custodisce
l’essenza.

Chiara

Solitudini di stanze vuote.

ottobre 7, 2015

Dalla persiana
la luce soffusa
ricama silenzi
le ombre tacciono.
Lo specchio è triste
solo, riflette
memorie antiche:
un dipinto, una brocca
il mare limpido di un sogno.
Le parole intrecciate
tra la polvere appesantiscono
il foglio ormai ingiallito
e il pennino giace, muto:
ha perso la sua adorata penna
volata chissà dove
forse nella fantasia di un pittore
che ancora crede ai sogni.
Oltre la porta
la vita.

Chiara

ottobre 4, 2015

IMG_20151015_104353_1

È questa natura
che mi affascina
nel grigio mattino
avvolta dalle nubi
improvvisamente
un raggio illumina
il sorriso di un sogno.
La pioggia solo un ricordo.
Rimane una goccia
sopra il petalo di una rosa
a ricordare il flash
di un cielo azzurro.
Chiara